OLTRE LE CAVE SCENARI DI GESTIONE TRA NATURE E CITTÀ

Brescia, 22-23 FEBBRAIO 2019

Mo.Ca Centro per le nuove culture, via Moretto 78

L’iniziativa è accreditata al rilascio di n. 4 CFP per gli Architetti P.P.C. e di n. 0.5 CFP per per i dottori Agronomi e Forestali

con il

contributo di:

accreditamento di:

PERCHÉ UN CONVEGNO

In diverse altre città e in altri paesi sono in corso collaudate esperienze di gestione dei parchi periurbani, esempi virtuosi da cui si possono trarre informazioni preziose; non mancano studiosi e specialisti in grado di confrontarsi con gli amministratori locali alla ricerca di possibili e intelligenti soluzioni realizzative e gestionali. Piattaforma Civica continua il percorso della “domenica ai laghi di San Polo” del 2012 con nuovi esempi virtuosi mettendo a confronto voci, idee e buone pratiche per la definizione di possibili scenari per il Parco delle Cave e la sua gestione…

“Una parte del parco è già fruibile dal 2018, con percorsi ciclopedonali e aree verdi, ma le superfici più estese non sono ancora state restituite o non sono utilizzabili.”

CHE COS’È IL PARCO DELLE CAVE

Un’area di grande estensione, più dell’intero centro storico della città, un tempo agricola, poi per decenni destinata a cave di sabbia e ghiaia, e che oggi sta diventando il più grande parco di Brescia. Un parco di laghi, perché l’acqua della falda ha riempito le voragini di terra scavata, creando grandi specchi d’acqua e un paesaggio nuovo che ospita un ecosistema originale, con specie ornitologiche rare che vi hanno nidificato.

DOVE SI TROVA IL PARCO DELLE CAVE

A sud-est della città, tra i quartieri di S. Polo e Buffalora. È una zona della città in cui convivono, da un lato, i segni dello sfruttamento del territorio e, dall’altro, affascinanti spazi naturali, nei quali sono cresciuti nuova fauna e nuova flora in un ambiente all’apparenza ostile e nel quale tuttavia la natura è riuscita a ritagliarsi un suo spazio vitale.

IL PROGETTO DEL PARCO

L’obiettivo è ambizioso: riconsegnare ai cittadini questa parte di città e renderla “bene comune”, valorizzando le sue diverse vocazioni e proteggendone la valenza ambientale e paesaggistica. Grandi aspettative hanno le associazioni, gli enti portatori di interesse e tutti i cittadini che già hanno partecipato a “Segni sull’acqua”, riuscito esperimento di progettazione partecipata, promosso dal Comune di Brescia nel 2014.

VENERDÌ 22/02

Contributi e visioni per la valorizzazione del Parco delle Cave

Salone delle Danze

SABATO 23/02

Dalla progettazione partecipata al modello di gestione del bene comune Parco delle Cave

Sala Alberi


14.00 Registrazione partecipanti

9.30 Saluti

Felice Scalvini Fondazione ASM

Francesco Onofri Piattaforma Civica


14.30 Saluti istituzionali

Comune di Brescia

Alberto Arenghi Piattaforma Civica

9.45 Buone pratiche

Nature urbane. Buone pratiche dall’archivio della Biennale Europea del Paesaggio

Jordi Bellmunt paesaggista ETSAB Barcelona

L’esperienza delle Community Forests inglesi. Venti anni di parchi periurbani

Marco Cillis architetto, Università di Parma


14.40 Dialoghi

modera Pierre-Alain Croset architetto, Politecnico di Milano

Paesaggio e città

Jordi Bellmunt paesaggista ETSAB Barcelona

Agostino Pasquali Coluzzi geologo, Consulta per l’ambiente Brescia

Gestione delle aree protette in ambito urbano

Riccardo Gini dott. agronomo, Parco Nord Milano

Miriam Cominelli Assessore all’Ambiente Comune di Brescia

Mobilità leggera e Accessibilità

Paolo Pileri ingegnere, Politecnico di Milano

Luciano Lussignoli urbanista, INU Lombardia

Partecipazione e inclusività

Stefano Converso architetto, Università Roma Tre

Stefano Staro architetto, coordinatore del progetto “Segni sull’Acqua”

dibattito con il pubblico

10.35 Parco delle Cave 2035. Visioni dagli attori locali

modera Cristina Imbrò architetto, coordinatrice del progetto “Segni sull’Acqua”

  • Dott.ssa Elena Zanotti Presidente dell’Ordine dei dottori Agronomi e Forestali di Brescia
  • Architetto Flavio Cassarino Commissione Beni Culturali e Paesaggio ordine Architetti di Brescia
  • Unione Italiana Sport Per tutti
  • Legambiente
  • ASD Libera Avventura
  • Canottieri Brescia
  • Comitato Anti Nocività Brescia
  • Museo di Scienze Naturali di Brescia
  • Lega Italiana Protezione Uccelli
  • FIAB Brescia Amici della Bici
  • Comitato Difesa Salute e Ambiente


17.45 Interventi Programmati e risposte

Agata Buscemi paesaggista

Gianpietro Bara dott. agronomo

Maura Nosenzo LIPU

Antonio Rubagotti architetto

CDQ S.Polo Parco, S-Polo Case, S.Polo Cimabue, Sanpolino,Buffalora, S.Eufemia

12.00 Dibattito con Stefano Converso e Jordi Bellmunt


18.30 Conclusioni

Michela Tiboni, Assessore Urbanistica e pianificazione per lo sviluppo sostenibile Comune di Brescia

12.30 termine dei lavori


I RELATORI

PIERRE-ALAIN CROSET

Comitato Scientifico, architetto, Politecnico di Milano

AGOSTINO PASQUALI COLUZZI

Comitato scientifico, geologo, ha preso parte al progetto “Segni sull’acqua”

MARCO CILLIS 

Comitato Scientifico, Architetto, Università di Parma

JORDI BELLMUNT

Paesaggista, ETSAB Barcelona, direttore della Biennale Europea del Paesaggio di Barcellona dal 1999 al 2014

STEFANO STARO E CRISTINA IMBRO’  

Comitato scientifico, architetti , coordinatori del progetto “Segni sull’acqua”

MIRIAM COMINELLI

Ingegnere, Assessore all’Ambiente del Comune di Brescia

STEFANO CONVERSO

Architetto, esperto di Building Information Modeling, Università di Roma Tre

RICCARDO GINI

Agronomo, Direttore del Consorzio Parco Nord Milano

PAOLO PILERI

Ingegnere per l’ambiente e il territorio, Politecnico di Milano


LUCIANO LUSSIGNOLI


urbanista, INU Lombardia

REGISTRAZIONI

CITTADINI

Iscriviti gratuitamente al convegno tramite la piattaforma Eventbrite

iscriviti su Eventbrite

ARCHITETTI

L’iscrizione per i membri dell’ordine va effettuata tramite la piattaforma im@teria per iscritti OAPPC – posti riservati : 40

iscriviti su im@teria

AGRONOMI

L’iscrizione per i membri dell’ordine va effettuata tramite  portale  SIDAF. Posti riservati 20.

www.conafonline.it

incons courtesly from: Engineering Project by Vectors Market from the Noun Project